L'Eclissi delle Opposizioni

 

“Tre giorni prima dell'eclissi di Luna, Colombo predisse ai capi indigeni che il Dio dei Cristiani, furioso con gli indigeni, avrebbe manifestato la sua ira con un segno dal cielo. Nella notte del 29 Febbraio, nel cielo perfettamente sgombero da nubi, la Luna rossa gettò nel panico gli indigeni, che quindi nutrirono e protessero Colombo e l'equipaggio a lui fedele, fino all'arrivo dei rinforzi.”

Così esordisce uno storiografo del XV secolo, quasi a voler sottolineare sia la sfacciata fortuna del nostrano Cristoforo sia la protezione divina che aleggiava su questo personaggio (che l’abbandonò in seguito) palesata dalla famosa Eclissi di Luna del 29 Febbraio 1504. Proprio domani alle 21.16 questo fenomeno si ripeterà, tingendo di rosso il nostro stupendo satellite ed influenzando in modo ambiguo la nostra psiche ed il nostro destino. Come sappiamo dall’Astronomia, l’Eclissi di Luna, si verifica quando tra il Sole ed il Satellite si pone la Terra facendo sì che la seconda entri in pieno nel cono d’ombra del Pianeta, meccanismo che provoca un oscuramento della Luna Piena (la fase è sempre la stessa) con relativa cromia scarlatta. Fin dall’Antichità per queste caratteristiche, l’Eclissi è stata soggetta a varie interpretazione le quali cercavano di mettere in luce l’influenza che quest’ultima poteva avere sull’uomo, molte quindi palesarono la matrice bellica (ricordiamo che il rosso è il colore di Marte) che questa poteva causare e l’ascendenza sulla sfera fisica e salutare; sfogliando le pagine della storia notiamo come questa analisi sia alquanto esatta infatti l’epidemia descritta da Tucidide, avvenuta in Grecia nel 431, vedeva un eclissi lunare in Scorpione (domicilio di Marte), Procopio di Cesare invece si concentra su quella scatenatisi nel 542 con ennesima eclissi in Scorpione ancora nel 1030 abbiamo la tremenda epidemia medievale sottoforma di peste bubbonica che vede l’Eclissi in Vergine similmente a quella caduta nel 1722 che coinvolse gran parte del Nord Italia. Come dimenticare la terribile mucca pazza che vede ancora il fenomeno in Scorpione nel 1986 oppure l’Aviaria inaugurata dall’identica eclissi nel 2003. Se dunque l’Eclissi nel segno marziale è indice di “mala sanità”, i segni di terra e di fuoco enfatizzano la questione principalmente bellica del pianeta così le guerre puniche del 219 vedono l’Eclissi in Vergine come l’inizio del Primo Conflitto mondiale del 1914 mentre il Capricorno coinvolse la Guerra in Vietnam del 1964 e gli esordi tragici del terrorismo nel 2001.

 

Dei due casi quella che coinvolge l’attualità è la seconda, poiché la Luna cade proprio in Vergine smuovendo le dinamiche non soltanto mondiali ma anche ambientali (ricordiamo che il Segno è associato alla Natura e al Cosmo) probabili infatti saranno le già temute catastrofi ambientali, gli sbalzi stagionali che molto probabilmente alimenteranno le piogge eccessive o nulle (il Sole si trova in Pesci contro il quale la Luna si Oppone, inoltre il segno doppio è associato alle acque) oppure l’assenza di fertilità con decadenza delle stagioni fredde. La Vergine inoltre rappresenta la fertilità umana messa a dura prova in questo momento poiché l’opposizione della Luna con Urano sempre in Pesci provoca sicuramente un cambiamento drastico in questo settore, forse con cauti allarmi sulla mancanza riproduttiva o con gli ennesimi esperimenti genetici, Urano interesserà in questo transito anche la famiglia con grande attenzione verso i figli e la maternità non a caso i Dico in Italia (come in tutta l’Europa) avevano annunciato questo forte cambiamento. Anche l’Amore ne risentirà particolarmente, la congiunzione con Psiche innanzitutto elimina qualsiasi visione utopica del Matrimonio portando nella nuova generazione quasi un rigetto definitivo di questa ormai disillusa e satura situazione magari alimentata da modelli sbagliati, le storie giovani dovranno vedersela con la Luna che li porterà all’esasperazione similmente a quelle claudicanti… al contrario le coppie ormai datate e gli anziani potranno dormire sugli allori poiché il transito non li scalfirà minimamente. Il Quadrato a T (Luna-Giove-Sole) inoltre annuncia una decadenza finanziaria alquanto notevole che probabilmente farà nascere dalle sue ceneri qualcosa di positivo, purtroppo però la configurazione è a lungo termine quindi aspettiamoci momenti di triste carestia e grandi casi giudiziari. L’Unica nota positiva è data da Venere e Marte che fortunatamente non formano aspetti rivelanti, il ché ci fa sperare che gli influssi di quest’eclissi li percepiremo in un tempo mediamente lontano. Nel tema natale dell’Italia, il fenomeno, si concentra nell’XI casa legata alle relazioni, quindi è da presumere che quest’influenza agisca principalmente nelle coalizioni politiche ed internazionali dove una manovra sbagliata potrebbe causare una cesura preoccupante e le milizie italiane al centro del dibattito potrebbero rappresentarne il fulcro, numerosi saranno i casi di omicidio dovuti a raptus oppure follie premature e sorprendenti il Nettuno opposto al Marte natale è una prova tangibile.

 

Zone Interessate astrologicamente dall’Eclissi: Brasile, Turchia, Iraq, Croazia, Gerusalemme, Parigi.

Inizio del Fenomeno: 21.16 – 21.30 (ingresso nel cono d’ombra)

Momento di massimo oscuramento: 23.20 – 00.00

Fine del Fenomeno: 02.25

Data evento: 03/03/07

Contro le influenze negative dell’Eclessi.

Essendo l’Eclissi un fenomeno relativo alla Luna le principali divinità che mostreranno il loro potere benefico o malefico dipendente dalla prontezza dell’Operatore, saranno: Kali, Tlazolteotl, Coatlicue, Anat, Morrigan, Menhit, Nuit, Sekhmet, Cautha, Enio, Ishtar, Dea Bona.

Prendete, alcune ore prima dell’inizio dell’Eclissi (21,16), 3 candele (una rossa, una bianca ed una gialla) e fondetele separatamente poi unite tutto il composto a strati in uno stampo formando una candela tricolore ricordate di inserire anche lo stampino. Verso le 21.30 accendete la candela sul davanzale oppure sull’altare e dite: “Dea della Luna, Madre Rossa, riporta l’Equilibrio”; al momento di massimo oscuramento (22.43 fino a 0.00) gridate “il tuo influsso porterà solo il Bene ed allontanerà il Male, oh Eclissi”. Lasciate consumare la candela fino alla conclusione del Fenomeno (02.25).

Copyright © 2018 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger