L'Incendio Domato nella Casa!

 

Nel precedente articolo sul Grande Fratello avevo sottolineato la carenza dell’elemento acqua, causa dell’ipocrisia gravitante attorno ad alcuni protagonisti, a favore di due elementi compatibili il Fuoco e l’Aria che naturalmente alimentano i caratteri decisi, la sessualità e la forte valenza strategica intravista in Gabriele (Sagittario) e Alessandro (Bilancia). Il Fuoco nella sua peculiarità dirompente ha favorito le discussioni roventi, basta pensare a Domenic e Salvatore o Gabriele ed Alessandro; naturalmente oltre la diatriba il rosso elemento ha incoraggiato la sfera puramente fisica mietendo vittime a destra e manca, martiri della configurazione rimangono i segni d’aria come l’acquatica Diana, la gemellina Francesca, l’equilibrata Guendalina ed il trasgressivo Raniero, in questo senso entrambi gli elementi si compensano mantenendo uno status quo invariabile che rende l’atmosfera quantomeno vivibile. Si sa che gli equilibri, in particolare astrologici, sono mutevoli e spesso volubili e con l’uscita di molti protagonisti iniziali le sorti cambiano palesemente, il Fuoco protagonista indiscusso della prima parte con l’uscita di Domenic comincia un declino inarrestabile passando da 5 individui a soli 2 (Milo e Melita), predominante quindi rimane l’Aria che registra 2 caduti (Diana e Salvatore) mantenendosi ad un livello moderatamente stabile; aspettiamoci quindi lo sfoggio di analitiche strategie tra finti complimenti e sofistiche chiacchierate, i tempi dello scandalo dei letti è decisamente finito.

Melita – Alessandro – Diana: il Triangolo…no!

Il binomio Alessandro/Diana fin dall’inizio aveva fatto sperare, lei trasgressiva ed emancipata da buon Acquario aveva compiuto il primo imbarazzante passo avvinghiandosi come una cozza all’aiutante romano che al contrario tentò una manovra di tiraggio mantenendo una calma stoica poco dopo convertita in focosa emozione. Già dalla panoramica iniziale, avevo sottolineato il carattere calcolatore del riccioluto Alessandro che avendo capito il meccanismo e sfruttando l’occasione illuse l’ucraina Signora dei Trapezi, alla faccia di chi credeva il contrario. Nella sinastria della coppia notiamo fin da subito un quadrato Sole-Sole segno fortemente limitante in un rapporto sentimentale poiché comporta l’egoismo acceso da entrambi i lati volenteroso di apparizione esclusiva per non parlare della congiunzione Plutone-Venere testimonianza astrologia dell’ossessività con cui Diana si pose fin dall’inizio, penso che i due abbiano costruito una storia solo sulle aeree parole dettate dal cervello arguto di tutti e due. Dopo un momento di pausa ecco arrivare l’elemento fuoco nella vita di Alessandro impersonato dall’arietina Melita, il sestile Marte-Mercurio indica gli elementi che hanno attratto i due colombi la ragazza vide il Principe Azzurro romanticamente telenoveloso e lui la bella e forte giovane tutta da scoprire entrambi col trigono Giove-Marte credevano nel divertimento assicurato e nella leggerezza dei sentimenti ma il transito di Venere in Ariete non la pensava così, ed ecco che Melita viene colpita dalla freccia di Cupido…

Milo – Guendalina: Tarzan e Jane

Ammetto che inizialmente era la mia coppia preferita, speravo che l’ego venusiano di Guendalina non si mostrasse in tutto il suo trash ma mi sbagliavo e vittima indiscussa di questo processo è il sagittariano Milo. Il detto conferma che gli opposti si attraggono e proprio di opposti dobbiamo parlare considerando questa coppia: lei ama apparire, cura la teatralità di parole e gesti, potenzialmente sa di piacere; lo stellium posizionato in Bilancia la dipinge come una donna assolutamente equilibrata, moderata, controllata lontana dallo stereotipo eccessivo che i mass media le hanno ricamato sopra, la Venere in Scorpione (caduta) inoltre evidenzia il lato oscuro dei suoi sentimenti che spesso sfocia in tremendi rigetti improvvisi del partner in preda ad una crisi di claustrofobia… diciamo ché la classica tipa che tira la pietra e ritira il braccio! Lui invece rappresenta il diretto alter ego, eccessivo e fortemente sarcastico tenta continuamente di imporre le sue idee attraverso la parola utilizzata a volte in maniera smodata ed esagerata (Mercurio retrogrado in Capricorno); siamo lontani dalla delicatezza della Bilancia e anni luce dal controllo di Guenda, con Milo ci troviamo difronte alla barbarie del tornado inarrestabile. La sinastria mostra come da parte di Guenda (non a caso Bilancia come il collega Alessandro) l’attrazione è assolutamente artificiale ed astrusa, l’Opposizione Eros-Eros chiarisce come entrambi i prototipi non sono compatibili: lei non avrebbe mai abbordato Milo e viceversa, cosa non fa questa casa! … Diciamo che Guenda ha puntato sul (ai tempi della discarica) più forte e lui sulla più appariscente in questo colpa naturalmente il tragico Urano.

Andrea – Francesca: Oh Sole mio!!!

Il bacio galeotto è chiaramente opera di quella focosa Venere di transito congiunta alla Venere natale di Andrea, ed il cuore ebbe un sussulto. Rimango stupito invece dalla razionale quanto analitica Francesca che con quel Mercurio in Gemelli (domicilio) ha faticato per lasciarsi andare o meglio tentare… eppure i due inizialmente si sono trovati. Se il Pianeta della Mente è il punto di forza di lei quello Rosso è decisamente l’alleato migliore di lui visto che la Dea Rosa è esiliata nell’Ariete; troviamo così Mercurio in quadratura a Psiche elemento che determina reciproca e razionale visione dell’amore basata su vecchie regole e anacronistiche frasi troncate bruscamente dal passaggio di Mercurio nell’Acquario che ha portato Francesca al passo falso di avvicinarsi quasi in uno stato allucinogeno a Francesco causando le ire funeste di Andrea, altro triangolo?... no!!! Il Cavaliere errante tra le altre cose ha in serbo, nei prossimi giorni, grandi sfuriate in netta linea con Marte.

Mirela – Raniero: made in London!

Tra le tre coppie che ho analizzato è sicuramente quella maggiormente compatibile almeno a livello sessuale. Certo prevedere una storia anche fuori dalle mura è cosa ardua ed impossibile e sicuramente non favorita calcolando la volontà di certezza di lei e l’inaffidabilità di lui. La congiunzione Eros-Eros conferma il concetto esposto in precedenza, cioè l’attrazione sessuale da parte di entrambi è molto forte e completamente ricambiata, quando però ci spostiamo nel settore sentimenti/progetti le cose cambiano notevolmente. Innanzitutto la pragmatica Mirela dimostra di conoscere le potenzialità della casa e quindi in tutto il rapporto si è posta ad un livello di prova senza esagerare al contrario del londinese Raniero che da classico cavaliere stilnovista (e teatrale Acquario) ha gridato vendetta alla sua esclusione. Urano in quadrato a Venere favorisce il gusto del nuovo e del trasgressivo in entrambi, due mondi si uniscono e si compensano in una casa; la congiunzione Urano-Psiche invece tarpa le ali di lui riportandolo alla realtà ed impedendo i sogni continui che questo poteva partorire nel corso degli eventi casalinghi. Se la storia continua prevedo la “scontata” ritirata di Mirela dopo mesi di ricerca disperata del cosmopolita Raniero come nel caso del leoncino E.Costa.

Copyright © 2014 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger