Napoléon Empereur des Francais

 

La Formazione ed Urano

image Napoleone Bonaparte nasce sotto il segno del Leone, similmente ad un altro grande politico della storia Benito Mussolini, fin dalla tenera età mostra una notevole predisposizione per le armi evidenziata da un Marte in Vergine che oltre a renderlo pragmatico e maturo lo portò ad instaurare amicizie conflittuali probabilmente per la sua debolezza fisica che l’avrebbe posto ad un livello inferiore rispetto ai coetanei con una reazione naturalmente aggressiva da parte del condottiero, non a caso Marte cade proprio nella casa delle relazioni sociali cioè l’XI. La fragilità sarà un neo che purtroppo Le Tondu si porterà per gran parte della sua vita e presumibilmente sarà causa della sua morte, i quadrati che la VI casa forma con Venere legata agli organi relativi alla riproduzione e digestione nonché l’Opposizione di Marte non possono che confermare i documenti del tempo che lo descrivono come un uomo piccolo, esile e calvo. Bonaparte inizialmente sfruttò le doti conferite da un Mercurio decisamente analitico in quadratura con Urano e Giove pianeti che invece sminuiscono questa prerogativa, iniziando gli studi in Matematica ma nel 1785 la sua vera predisposizione sarà saziata grazie alla nomina di cadetto nella scuola militare di Brienne, a 15 anni quindi si iscrisse alla scuola militare di Parigi dove il Marte in ottimo aspetto con il Sole lavorerà per la formulazione ideologica base indispensabile del futuro impero francese fondato dallo stesso. Particolare è la posizione di Urano formante un trigono con Marte (aspetto che si mostrerà in tutta la sua forza nelle imprese militari del francese decisamente rivoluzionarie per il tempo) e in Opposizione con Giove (la legge) questi aspetti nel tema natale indicano un personaggio tendente alla trasgressione della normale forma legislativa utilizzando principalmente la forza della violenza bellica e in tutta la vita di Napoleone questo aspetto è chiaro a cominciare dall’adesioni al reggimento di Pasquale Paoli avverso al potere di Luigi XV e quindi favorevole all’indipendenza di alcune città italiana come Genova (ancora Urano ma maggiormente Marte mostrano la volontà di libertà) cosa che causò la fuga della famiglia Bonaparte con conseguente ripiego ad Ajaccio città natìa dello stesso. Il destino di Marte comunque sia era stato compiuto fu così che rientrato nelle flotte francesi sarà a capo di una spedizione contro l’Austria dalla quale uscirà certamente vincente, soprattutto nella fama, anche se i moti interiori (questi sono un’altra grande costante di Napoleone che lo porteranno spesso a mosse molto azzardate) lo spingevano verso un’emancipazione dettata principalmente dai propri ideali (Nettuno di Transito in quadratura Marte).

Juno e l’Instabilità Emotiva

Tasto dolente, iniziato sempre in questo formante 1796, sarà lo sposalizio con Joséphine de Beauharnais vedova di un famoso ufficiale che aveva preso parte alla Rivoluzione (questo matrimonio è quasi uno sfogo uraniano dello stesso non espresso nella realtà militare ancora al servizio del Regno di Luigi) e successivamente giustiziato. La nota dolente non è relativa a Josephine quanto alla sfera sentimentale-familiare che trova nell’ambito natale una Juno drasticamente Retrograda in IV (la famiglia) che non favorisce di certo il matrimonio ed Urano in VII cadente in Toro (segno legato ai piaceri e agli interessi economici) per queste conformazioni le Petit Tondu sposerà oltre alla suddetta l’arciduchessa Maria Luisa d’Austria nel 1810, la drastica influenza del Toro e la debolezza della IV inoltre partoriranno un figlio legittimo Napoleone Luigi e ben 2 figli illegittimi Carlo ed Alessandro figlie di altrettante contesse, a tutto questo aggiungiamo anche l’Ascendente nel passionale Scorpione.

Il Medium Coeli e l’Impero

Sicuramente il punto di forza di questo importante personaggio è il Medio Cielo (X casa) il quale trova uno stellium stupendo comprensivo del Sole in aspetto positivo a Marte e di un Nettuno sicuramente stimolante nonché Pallas e Ceres in congiunzione al Luminare; è naturale che il Sole in questa posizione (tra le altre cose in esaltazione vista la disposizione in Leone) ha favorito notevolmente l’imposizione di Napoleone che luminoso e illuminista varcò le soglie della Grandezza divenendo Imperatore dei Francesi il 18 Maggio 1804 quando Venere stimolando il Sole formava degli opulenti sestili con Juno (alleati al momento stabili), con Giove (il denaro speso per l’Incoronazione) e naturalmente col fedele Marte, avvenimento che si confermerà l’anno seguente quando Venere congiunta al poderoso Sole gli donerà anche la corona d’Italia.

Da Waterloo alla Morte: I Pianeti fanno retro front

Ma le nubi presto avrebbero oscurato questo Astro meraviglioso formando un eclissi perpetua, i pianeti lentiimage dal 1806 volteranno le spalle al cavaliere francese diventando retrogradi ed iniziando una discesa che si fermerà solo con la sua morte. Nettuno retrogrado in XII ed in quadratura con Juno (le alleanze) finirà in tragedia con il voltafaccia di Russia, Prussia e Austria coalizzate per la sua distruzione, Giove ed Urano in quadratura a Saturno lo porteranno ad esasperare alcune leggi sociali come il ritorno della schiavitù, elementi che lo renderanno impopolare ed avversato e per concludere il suo fedele amico Marte gli darà il colpo di grazia aggiungendosi ai moti retrogradi, ormai era disarmato! A questo declino seguirà l’esilio nell’Isola d’Elba dove un Saturno Retrogrado (pianeta legato alla Morte) congiunto a Marte lo farà sprofondare nella più cupa disperazione con tentato suicidio tramite veleno e relativo salvataggio, è in questo momento che gli Astri gli regaleranno l’ultima gloriosa battaglia ritornando per poco tempo (circa 5 mesi) diretti sarà così che dalla sua postazione di esiliato si organizzerà nei famosissimi 100 Giorni ritornando nuovamente vincente a Parigi; ma la fioritura planetaria come dicevo durò veramente poco e tornando retrogradi porteranno con sé la più tragica sconfitta della storia moderna nella triste giornata del destino a Waterloo. Intanto Marte comunicando con Plutone buttava le fondamenta per la fioritura letteraria di Napoleone, sbocciata negli anni dell’esilio con successiva pubblicazione delle Memorie Biografiche grazie anche al forte Mercurio nettamente positivo (al contrario di quello Natale). Questi saranno anche gli anni dello stellium in VI che vede Saturno, Plutone, Urano e Nettuno bombardare drasticamente l’ormai costante Marte causando così un aggravamento della sfera salutare concentrato come abbiamo visto nel Toro (legato quindi alla digestione e al Cibo) e l’affiorare di un tumore allo stomaco che il 05 Maggio del 1821, in una morsa di sofferenze occulterà per sempre l’Astro francese che sedette su un trono di ori in forza soltanto del suo vigore interiore. 

Copyright © 2014 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger