Plutone in Capricorno: La Morte del Vecchio

 

Il 2008 è destinato a divenire uno degli anni epocali della storia dell’uomo. Le configurazioni astrali che promette il cielo sono a dir poco straordinarie per la loro portata. Questo è dovuto al processo comunicativo attivato dai Pianeti Lenti che come sappiamo rappresentano le parti immutabili e durature dell’umanità che avranno un grande eco nei tempi avvenire. Protagonista ancora una volta è Plutone, già partecipe del fantastico allineamento di Dicembre. Il suo avanzare nel segno del Capricorno era atteso ormai da 11 anni da tutti gli appassionati di Astrologia. Il passaggio inaugurerà un periodo di mutamento al quale tutti siamo chiamati a rispondere. Un cambiamento che toccherà qualsiasi sfera dell’essere, dalla politica alla religione. Il transito vedrà un prima permanenza in Capricorno dal 26 Gennaio al 14 Giugno, quando ritornerà in Sagittario. Il 28 Novembre, Plutone, si sposterà definitivamente in Capricorno fino al 18 Gennaio 2024.

image Alle origini del Mito – Profondità e Ricchezza

Sfogliando un po’ le pagine della memoria, ritorniamo ai miti ancestrali raccontati dagli antichi Greci nei riguardi del dio Pluto o meglio Ade. Durante la battaglia cosmica tra la terza generazione di dèi capitanata da Zeus contro i famigerati Titani volenterosi di spodestare il Fratello, Plutone appartenendo alla prima squadra di vincenti ricevette il governo dell’Oltretomba mentre a Zeus (Giove) tocco quello dei Cieli e a Poseidone (Nettuno) il Mare. Il nome del dio, determinato dalla radice plutoon che significa “ricchezza”, rievoca un antico pensiero che vede nelle profondità della Terra – sede esclusiva degli Inferi – la ricchezza in senso stretto. Basta pensare alle mitologie nordiche legate agli gnomi e ai loro tesori. La terra nell’antichità era inoltre l’unico canale di prosperità sia per l’agricoltura che per la metallurgia. Da questo punto di vista è ovvio come l’Oltretomba assuma un significato duplice perdendo la sola interpretazione negativa. L’austera convinzione che nei sotterranei della terra esistano soltanto ombra e morte lascia il passo a qualcosa di più “profondo” e simbolico. Appellandoci ancora al mito cerchiamo di spiegare meglio questa simbologia. Plutone è inoltre legato ad un mito centrale della religione politeista greca conosciuto come il Ratto di Kore. Il dio invaghitosi della giovane figlia di Demetra (la Madre Terra ad un livello materiale) decide di rapirla sottraendola alla vita tramite il morso letale di un serpente. La madre per ribellarsi alla decisione dittatoriale del dio ctonio abbandona la sua “sfera” condannando la Terra ad un eterno collasso invernale. Il mito si conclude con un accordo, per metà dell’anno la giovane figlia rimarrà con il marito (il matrimonio fu contratto a causa di un errore di Kore che mangiò un melograno – cibo infero – firmando la sua condanna) iniziando i periodi freddi mentre per l’altra metà soggiornerà sulla Terra con la madre, iniziando il periodo caldo dell’anno. Ancora una volta Plutone presenta dei forti legami con la prosperità terrena e la ricchezza. Ad un livello completamente materiale possiamo denunciare la parentela con la quintessenza della Terra cioè Demetra. La simbologia adesso è palese. Plutone rappresenta la ricchezza della profondità, l’opulenza della crescita, la morte che dona la rinascita. Nelle sue profondità vengono alimentate tutte le potenzialità future, il suo Regno contiene il seme primordiale della vita. E’ interessante a questo punto considerare l’interpretazione qabalista che connette Plutone a Kether, la prima emanazione dell’inesistenza – il Potere Supremo. Kether è la prima Sephirah sull’Albero della Vita contenente ogni potere presente nella manifestazione, da questa vennero generate le altre sfere dell’Essere, da essa si generò la realtà conosciuta dall’uomo. C’è un vecchio detto qabalistico che recita “Malkuth è in Kether e Kether in Malkuth ma in maniera differente”. Malkuth è infatti il Pianeta Terra, il mondo Fisico rappresentato da Kore/Demetra. Cambiando gli addendi il risultato non cambia. Posizionando al posto del nome sephirotico quello delle Divinità la simbologia resta immutata.

 

Il Risveglio dei “Demoni”

Il passaggio è un cambio epocale di grande peso storico. Gli 11 anni di permanenza in Sagittario dominato da Giove nella sua veste di Sacerdote, avevano concentrato l’influenza plutoniana su campi come la religione oppure la moralità. I grandi moti religiosi inaugurati negli anni ‘90 sono una prova di questa forza. In Capricorno l’andazzo cambia notevolmente perché Plutone dovrà fare i conti con Saturno, il Governatore del Segno e Giove attualmente nel Segno. E’ naturale quindi che la religione sarà il campo maggiormente colpito dal transito, come era avvenuto in Sagittario. Il mondo parallelo gravitante attorno alla millenaria istituzione questa volta farà il primo passo forte delle sue fondamenta costruite mattone su mattone negli anni precedenti. Plutone risveglierà quindi tutti quei moti indipendentisti, i gruppi estremisti, le interpretazioni fatalistiche ed apocalittiche della Bibbia, le manovre contro l’antico baluardo della Chiesa: il Papa. Il governante vaticano a questo punto dovrà decidere se rimanere sul suo seggio assistendo al collasso della Madre Chiesa oppure reagire finalmente come un vero sovrano. La decisione è prevedibile. Giungendo in Capricorno, Plutone decide di rievocare la primordiale battaglia con il padre Kronos (Saturno) destabilizzando ogni assetto creato da quest’ultimo. L’impresa non sarà difficile vista la retrograzione di Saturno almeno fino al 2009. Prepariamoci ad assistere al cambiamento, Plutone vuole vederci pronti perché questa volta il suo intervento non sarà solo interiore o immanifesto al contrario sarà tangibile, materialmente visibile.

Saturno e Giove indicano il potere temporale non soltanto ecclesiastico ma anche politico. La loro convivenza – anche in questo caso abbiamo lo scontro edipico fra Kronos ed il figlio Zeus – fa presumere che il cambiamento auspicato da Plutone colpisca le vecchie monarchie, le antiche forme di potere iniziando un periodo di completa riforma politica dove al centro spiccheranno i bisogni soppressi del popolo. Questa interpretazione è desunta dalla caduta di Giove in Capricorno. L’interazione di Plutone con la terra del Capricorno incentiva inoltre la produzione agricola – il Pianeta infatti è il Governatore dello Scorpione, un Segno d’Acqua compatibile con la Terra – probabilmente saranno inaugurate in questo periodo nuovi macchinari o scoperte scientifiche che garantiranno un ricambio energetico, visto l’allarme che la Terra grida da qualche anno. L’energia alternativa alla quale le nazioni dovranno appellarsi sarà quella nucleare rappresentata da Plutone, la sua configurazione e congiunzione con Giove infatti favorisce moltissimo questa forma garantendo dei successi straordinari. Probabilmente l’effetto del Pianeta farà cadere definitivamente ogni reticenza e resistenza da parte dei “potenti”. Al contrario il petrolio vedrà la sua definitiva scomparsa – questo tesoro della terra è rappresentato da Saturno, il Pianeta Nero – con possibili ripercussioni sull’equilibrio mondiale. Come Sovrano dello Scorpione, il Pianeta, riceve l’influsso del Tutore del Segno cioè Marte che diventa quasi un despota nelle mani acquatiche del “pungiglione” dello Zodiaco. Questa connessione fa presumere che il cambiamento non soltanto avverrà dalle fondamenta (Saturno) ma rimuoverà, modificherà, risveglierà ogni animo scontento. La lunga attesa degli attivisti può essere giunta, il ribaltone politico, la rivoluzione delle masse può nuovamente iniziare a distanza di poco dall’ultima grande ondata. Non nego una certa preoccupazione per questa interpretazione, l’effetto di Plutone in questi casi è da considerare in tutte le sue sfaccettature. Come dicevo in precedenza,, dalla morte giunge la vita. Infatti questo cambiamento anche se drastico o violento porterà ad uno status sicuramente migliore di quello attuale. Un nuovo assetto per l’umanità.

 

Gli Effetti del Transito in Sagittario

I lunghi anni nel Sagittario hanno prodotto sicuramente un cambiamento a livello ideologico e religioso. La secolarizzazione iniziata con la Seconda Guerra Mondiale sotto l’influsso dello stesso transito e di quello in Capricorno sembra toccare il suo apice commemorativo in questi 11 anni. I livelli del Sagittario sono molteplici, toccheremo i principali per non entrare nel linguaggio tecnico poco comprensibile. Ricordo che il passaggio in Capricorno avrà un’esitazione da Giugno a Novembre, quindi le questioni iniziate e non risolte dal transito troveranno la loro definitiva conclusione. Non sentitevi lontani dall’influsso che il Pianeta ha sul Sagittario. Devo comunque sottolineare che le direttive iniziate dal Sagittario continueranno in Capricorno (vista la presenza di Giove governante il Sagittario) anche se ad un altro livello.

 

Religione (l’espressione principale del Sagittario):

- Visita di Fidel Castro in Vaticano (rapporto Potere-Religione, la simbologia di Giove);

- Giovanni Paolo II pubblica la Fides et Ratio (Fede e Ragione, le due nature del Segno)

- Distruzione delle Statue di Buddha voluta dai Talebani (scontro di fede ed estremismo)

- Morte del Papa Giovanni Paolo II (Plutone come Morte ed il Sagittario/Giove come il Grande Sacerdote)

- Caricature di Maometto (estremismo religioso)

- Forum sul Daodejing, primo studio sul Taoismo dopo la sua scomparsa.

- Conflitto tra il Papa Benedetto XVI e l’Islam;

- Conflitto tra il Papa Benedetto XVI e l’Università la Sapienza (fede e ragione);

- Attentato della setta estremista “Sublime Verità” a Tokyo.

- Caduta delle Torri Gemelle (il terrorismo invisibile come Plutone)

Politica (Governo di Giove):

- Legge sulla Privacy (moralismo del Segno)

- Il Terrorismo (l’invisibilità di Plutone negli Inferi)

- Nasce Alleanza Nazionale (i principi ideologici del segno cambiano sotto Plutone)

- Attentato neo-nazista ad Oklahoma (ancora ideologia)

- Il Governo vede un cambiamento di indirizzo ed un forte ritorno del Comunismo;

E’ naturale come la simbologia di Giove, “Sovrano degli Dei” e “Sacerdote degli Dei” sia espressa pienamente dagli avvenimenti del transito in Sagittario. Il rapporto che si verrà a creare in Capricorno manterrà questa direttiva cambiando soltanto i mezzi di espressione ed intervento.

 

I Precedenti di Plutone in Capricorno

Era il 781 quando lo Stato della Chiesa veniva storicamente definito da Carlo Magno esacerbando definitivamente il contrasto con la Chiesa d’Oriente, Plutone guardava gli eventi dal Capricorno. Il potere politico e quello religioso andavano formando il più grande patto della storia. Sempre nello stesso anno in Cina (nazione sotto il segno del Cancro dove si trovava Giove Retrogrado, la Religione) veniva introdotta la prima forma di Cristianesimo sotto la variante nestoriana (l’eresia di Plutone). Padmasambhava diffondeva il Buddismo in Tibet nella forma Vajrayana legata al Tantra (Plutone come Governatore dello Scorpione, la forma magica del Microcosmo). Secondo la leggenda Padmasambhava distrusse dal Tibet i “demoni” (inferi) che ivi risiedevano permettendo così la diffusione degli insegnamenti buddisti. Spostiamoci adesso al 1024 anno dell’entrata di Plutone nel segno del Capricorno dopo il periodo appena esaminato, notiamo subito che in questo settore Plutone spinge al cambiamento materiale. Ancora potere e religione comunicano per ottenere benefici economici dal 1024 al 1041 (permanenza del Pianeta) assisteremo in Italia alle invasioni di Turchi e Normanni. Nel ‘200 (1270-1287) invece si concludono le Crociate (il potere bellico di Plutone ereditato dallo Scorpione) ed continuano invece le controversie per le investiture iniziate nel secolo precedente, il Secondo Concilio di Lione del 1274 sembra fermare questo dissanguamento (ancora il cambiamento plutoniano). Nel 1282 invece scoppiano i Vespri Siciliani che incarnano bene come le sofferenze interne possano generare il crollo. Il ‘500 è sicuramente il secolo che maggiormente esprime la trasformazione di Plutone. Basta pensare alla pubblicazione delle 95 Tesi di Lutero affisse a Wittenberg nel 1517 sotto l’influsso di Plutone in Capricorno, oppure l’investitura di Enrico VIII a capo della Chiesa di Inghilterra e la fondazione quindi della Chiesa Anglicana (potere che si ribella alla fede). Del ‘700 citerò soltanto gli eventi maggiori perché in questo secolo Plutone ha sicuramente fatto piazza pulita dei vecchi schemi. Investitura di Luigi XIV, “il Re Sole” e postuma Rivoluzione Francese (il popolo sotterraneo scontento e la ricchezza plutoniana come causa), scioglimento della Compagni di Gesù ad opera di Clemente XVI poiché sovversiva, traduzione della Bibbia in italiano ad opera dell’Arcivescovo fiorentino Martini (il cambiamento ecclesiastico che preferiva il latino), l’ultimo processo per stregoneria in Europa, la fondazione di molte società segrete come i famosi Illuminati (carattere invisibile di Plutone).

Copyright © 2018 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger