La Lunga Retrograzione di Marte

Due Pianeti Veloci, Mercurio e Marte, attraverseranno un periodo di riposo prolungato iniziando una retrograzione che coinvolgerà i primi tre mesi del 2010 esacerbando il già difficile rientro dalle vacanze. Con l’aiuto dell’Astrologia cerchiamo di concentrare tale energia in attività costruttive.

 

image Il Solstizio d’Inverno come abbiamo visto ha inaugurato un periodo astrale molto particolare caratterizzato anche da una retrograzione, quella di Marte iniziata proprio il 21 Dicembre 2009 quasi come sfida alla rigidezza invernale sfoderando la spada infuocata della Guerra. Proprio di Fuoco si parla dato che il Guerriero Villoso dello Zodiaco transitava nel Leone - reduce dalla lunga permanenza di Saturno - e luogo prediletto viste le forti connessione con la forza, l’energia e la fierezza del Sole domiciliato in questo Segno. Tuttavia il rallentamento del cammino di Marte (raro per un Pianeta veloce che conclude il giro dello Zodiaco in circa un anno solare) cela un messaggio subliminale, qualcosa che l’uomo deve comprendere o che probabilmente non è riuscito a cogliere nel transito diretto nel Leone. Marte è un Pianeta fortemente fisico e sessuale, rappresenta l’Archetipo del Maschile, l’Animus Junghiano provvisto di armi di attacco e difesa e di quella caratteristiche che lo resero Sovrano patriarcale di una società ovvero la Forza e la Fecondità Infuocata del Fallo. La Lancia, la Spada, la Clava, lo Scettro, l’Elmo Piumato sono tutte espressione simboliche di questo concetto oltre che effigi di tal Pianeta e del Dio che lo governa, il furente Marte o Ares (per i Greci).

 

“Non mai preda del fuoco questi Pelàsgi valli riduca Ares che infuria fra grida ostili ai balli, che in maggesi insüete spenti gli uomini miete.”    -- Eschilo, Supplici.

 

image Il suo passaggio è come un possente meteorite ardente che purifica, che scompiglia, che enfatizza caricando le batterie interne dello spirito e del corpo, questo in condizioni normali (moto diretto) ma con la retrograzione cosa dobbiamo aspettarci? Innanzitutto un forte afflusso energetico che in molti casi è metabolizzato in maniera scorretta generando frustrazioni, esplosioni d’ira, angoscia e non per ultima la smania, l’irrequietezza. Coloro che ritornando dalle vacanze hanno affrontato una scrivania, uno sportello, una cattedra o qualunque lavoro che richieda stasi ed immobilità avrà notato il formicolio interiore percepito anche a livello delle gambe e del bacino. Un fastidioso tintinnare dei nostri centri di energia inferiore, sofferenti del fermo e della concentrazione, sì perché proprio la concentrazione verrà sacrificata sull’Ara a Marte, Pianeta che impone il movimento, lo sport, l’attuazione fisica della carica energetica e non solo mentale. Ecco! Il forte impulso marziale concentrandosi nei centri inferiori li sovraccarica e come in un fiume tale energia straripando genera azioni estreme, incontrollate e spesso violente. Questo transito è simile nell’immaginario ad un Vulcano che sbotta dopo un lungo periodo di sonno, prima con fumo e lapilli probabilmente sottovalutati ed infine con la sua distruttiva materia: la lava. In tal circostanza ci troviamo astralmente nei panni dei pompeiani e degli ercolanesi, colti all’improvviso da una valanga di lava bollente e con una sola possibilità di salvezza. La possibilità che possediamo è la meditazione e lo sport, nello specifico i Segni di Fuoco e d’Aria opteranno per degli esercizi yogici o per qualche sport che impieghi tutta la muscolatura (la palestra è perfetta!) mentre i Segni d’Acqua e di Terra possono scegliere tranquillamente qualche visualizzazione e meditazione. E’ indispensabile operare in tal senso per impedire che l’energia corrotta di Marte danneggi non solo il nostro equilibrio psicofisico ma anche i nostri rapporti esterni infatti tale aspetto astrale fomenta l’intolleranza (il caso di Rosarno è un sintomo), lo scontro e la polemica: manteniamo la calma!

 

image Come se non bastasse, il 27 Dicembre 2009 a Marte si unì Mercurio dal Capricorno con una retrograzione altrettanto fastidiosa ma fortunatamente meno lunga infatti si concluderà il 15 Gennaio 2010. Tale configurazione stimolerà il confronto ma in negativo aizzando liti verbali che potranno sfociare in vere e proprie risse, non sono pertanto favoriti i chiarimenti né le discussioni da rinviare al periodo primaverile. Il transito sfavorevole di Mercurio toccherà principalmente l’ambiente lavorativo e la famiglia, quindi attenzione ai confronti con persone più anziane o potenti ad esempio superiori, colleghi di alto grado e genitori. Sconsiglio inoltre gli acquisti importanti almeno fino alla prima metà di Febbraio e a causa della configurazione non molto distesa di Vesta (retrograda) facciamo MOLTA attenzione alle frodi, venditori di fumo a ore 12!

 

La retrograzione di Marte si concluderà l’11 Febbraio 2010 lasciando tuttavia qualche residuo fino a Marzo prima con la quadratura di Venere e poi con l’entrata nel “club vizioso” di Saturno che si opporrà al Sole, Venere e per lungo tempo ad Urano: ma questa è un’altra storia.

 

Segni di Fuoco e d’Aria: Il Saluto del Sole.

Per Ariete, Leone, Sagittario e Gemelli, Bilancia, Acquario consiglio un ciclo di Asana conosciuto come Surya-Namaskara (Saluto del Sole) visionabile in questo video. Le posture sono molto semplici e facilmente eseguibili anche dai neofiti. E’ opportuno prima di iniziare (nella posizione a mani giunte) visualizzare l’energia marziale in rosso equilibrarsi in tutti i centri energetici anche conosciuti come Chakra.

 

Segni d’Acqua e di Terra: La Bilancia.

Cancro, Scorpione, Pesci e Toro, Vergine e Capricorno invece potranno dedicarsi ad un esercizio di visualizzazione in quanto il loro Elemento sposta il perno dell’influsso sovrabbondante del Pianeta a livello mentale. In una posizione comoda visualizzate un punto di luce bianca sulla testa (sopra la fontanella) che lentamente si espande fino ad includere tutta la stanza. Aprite gli occhi mentali constatando di essere in un’ampia stanza bianca senza mobili né altre caratteristiche: tutto sembra latteo, eterico, divino. Galleggiando in questo impero di luce bianca, visualizzate davanti al vostro Secondo Chakra (all’altezza dei genitali) il simbolo di Marte come se fosse di pura lava incandescente, nella parte posteriore invece comparirà il simbolo di Venere come se fosse di ghiaccio o cristallo. Sempre mentalmente allargate le braccia come a formare le braccia orizzontali di una croce col palmo sinistro verso il basso e quello destro verso l’altro. Ripetete in maniera chiara e ferma “Due le Forze Contendenti ed una che Riconcilia: io sono in Equilibrio, io sono l’Equilibrio!” lentamente le vostre braccia si trasformeranno nelle aste di una bilancia reggenti due piatti sui quali si poseranno i due simboli (Venere a sinistra, Marte a Destra). Intanto sulla vostra testa comparirà una piuma dalla quale dipartiranno due raggi che si legheranno ai simboli. “Maschile e Femminile, Lancia e Coppa, Luce e Tenebra, Mente e Corpo, il Regno è Duplice ma Androgini sono gli Dei” – conclusa questa frase riaprite lentamente gli occhi.

 

Questa meditazione è progettata per bilanciare le energie primarie di Venere e Marte, ogni volta che sentirete l’energia disturbata della retrograzione di Marte riportate alla mente la Bilancia all’interno del vostro corpo.

 

imageSimbolo di Venere (rosa) e Marte (azzurro)

come rappresentanti del Maschile e del Femminile.

Copyright © 2018 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger