Un po’ di chiarezza…sui Termini!

imageRivoluzioni Solari, Progressioni, Transiti, Direzioni Primarie, facciamo un po’ di chiarezza per orientarci meglio nel complesso ed affascinante mondo dell’Astrologia.

Molti di voi mi hanno scritto chiedendomi di specificare il significato di alcuni termini tecnici utilizzati negli articoli e su FB. Spesso conosciamo il loro significato intrinseco ma la ridondanza del termine sembra confonderci, disorientarci tanto da rilegarci nella classica frase “è troppo difficile, non ci capisco niente!” Per combattere questa falsa credenza, di seguito, descriverò le principali tecniche previsionali utilizzate dall’Astrologia e alcuni termini tecnici, dimostrandone la semplicità.

     Direzioni Primarie. E’ un’antichissima tecnica previsionale, ormai abbandonata in favore delle Direzioni Secondarie in quanto richiede svariati calcoli trigonometrici tediosi e lunghi, inoltre spesso sembra essere imprecisa e contorta nella previsione stessa. Si basa sul concetto secondo cui i Pianeti muovendosi nel cielo, nei momenti subito dopo la nascita, determinino il futuro del nativo a distanza di un anno. Per la precisione, nelle direzioni primarie i quattro minuti che seguono la nascita sono pari ad un anno, pertanto tutti gli spostamenti dei Pianeti sulla Carta Astrale e i rispettivi aspetti formati riguarderanno l’anno successivo. Ad un occhio attento la prima considerazione che salta all’evidenza è la lentezza con cui i Corpi Celesti si avvicen-deranno nel corso della vita, considerando che solo la Luna e forse anche il Sole in una vita o per meglio dire una manciata di minuti lasceranno il Segno di nascita. Infatti considerando la durata massima di un uomo a 105 anni, tutte le direzioni dovranno svolgersi in 6-7 ore. L’aggettivo “primarie” deriva dal fatto che l’analisi si concentra proprio sui primissimi istanti dopo la nascita.

     Direzioni Secondarie. Questa tecnica al pari della prima si basa sulla progressione dei Pianeti negli istanti successivi alla nascita. In questo caso però l’anno è rappresentato dal giorno successivo e non dai 4 minuti come nelle primarie. Perciò per conoscere gli eventi che caratterizzeranno il secondo anno di vita si erigerà una Carta Astrale del giorno successivo alla nascita, per il terzo anno del terzo giorno e così via. Ad esempio una persona nata il 12/01/1998 per conoscere le previsioni del suo decimo anno di età dovrà esaminare il 22/01/1998. Le relazioni fra i Pianeti di Nascita (12/01) e i Pianeti Progressi (22/01) indicheranno le pieghe del futuro. Le Direzioni Secondarie sono anche conosciute come Oroscopo Progresso o Progressioni Seconda-rie, sembra che i primi a farne largo uso furono gli astrologi arabi.

     Rivoluzione Solare. Diversa dalle prime due, la rivoluzione è la tecnica maggior-mente utilizzata oggigiorno dagli astrologi e basata su un principio diverso da quello progresso. Come sappiamo il Sole percorre tutti i gradi dello Zodiaco in 365 giorni pertanto ogni anno ritorna nel grado, minuto e secondo esatto della nostra nascita che non sempre coincide col giorno e l’ora di nascita ma può di poco precederlo o seguirlo. Il momento in cui il Sole natale si congiunge al Sole di transito è chiamato ritorno e in quel momento esatto si viene ad erigere una Carta di Rivoluzione per l’anno in corso che vale pertanto da compleanno a compleanno. Chiaramente la nuova Carta Astrale possiederà nuove Case, nuovi Angoli e nuove posizioni planetarie che riveleranno la natura dell’anno esaminato. Questa tecnica è anche conosciuta come Ritorno Solare, Rivoluzione o Ritorno Annuale.

     Transiti. Il principio di questa tecnica è la mobilità periodica dei Pianeti nel cielo e nelle Case Natali. I Pianeti muovendosi ed interagendo con la nostra Carta Natale – ovvero i Pianeti e le Case al momento della nascita – generano gli eventi futuri e le influenze da fomentare o bloccare. Solitamente i transiti non vengono interpretati da soli ma assistiti dalle tecniche precedenti per determinare il momento esatto in cui un dato avvenimento previsto dalle Direzioni o dalla Rivoluzione avverrà.

     Elezione. Il termine è abbastanza eloquente, indica l’azione cosciente e volitiva dello scegliere fra varie opzioni. Infatti l’Astrologia Elettiva non è altro che quella branca che individua i momenti astrologicamente più propizi e le configurazioni astrali migliori per avere successo in tutte le nostre imprese. In quanto i Pianeti muovendosi nel cielo ed interagendo con la Terra emanano svariate influenze, l’astrologo avvalendosi di questa tecnica ne sviscera il simbolismo scegliendo oculatamente il momento migliore per cominciare, finire, interrompere, aiutare le sue azioni. Il motto dell’Astrologia Elettiva è “meglio iniziare col piede giusto!”. Chiaramente una corretta elezione non garantisce obbligatoriamente il successo in quanto il nostro personale cammino e destino può intervenire in maniera mutevole. L’elezione è molto simile al vacanziere che prima di partire interroga le previsioni meteorologiche scegliendo il momento migliore per partire, tuttavia non è detto che una lunga fila nelle autostrade, i mezzi che ritardano, un problema di salute non faccia saltare i piani; tuttavia se a questo aggiungiamo un tempo metereologico disastroso, la vacanza sarà veramente irrecuperabile. Oppure possiamo paragonare un’elezione al corso di un fiume, iniziare con gli Astri dalla nostra parte è come percorrere il suo corso nella direzione della corrente. L’Astrologia Vedica ed Induista fa largo uso dell’Astrologia Elettiva specialmente a livello religioso.

     Astrologia Oraria. Anche questo è un metodo molto antico e forse il più vicino al concetto di Oracolo come riflesso dalla cultura occidentale (Tarocchi, Chiromanzia, Rune, etc.) Avvalendosi di un grafico eretto nel momento preciso in cui viene formulata una domanda di qualunque tipo, l’astrologo indaga le sorti del consultante avvalendosi naturalmente di una rigida struttura di regole e leggi tipiche non solo di questa branca ma in generale dell’Astrologia classica.

NB. Per radicale si intende sempre il corpo celeste o la casa come appare sulla Carta Natale mentre i pianeti progressi, di transito o di rivoluzione si riferiscono alle Carte Astrali erette secondo tali tecniche. Solitamente le abbreviazioni che uso sono le seguenti:

N = Natale; T = di Transito; R = di Rivoluzione; P = Progresso; (r) = Retrogrado.

Copyright © 2014 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger