La Triade della Prova

Dopo il Grande Trigono di Luglio, le Stelle sembrano volerci mettere alla prova portando in collisione tre Giganti - Giove, Urano e Plutone – in una configurazione aspettata frequente ma ostica, il Quadrato a T. Per tutto il mese di Agosto, infatti, i tre Pianeti si relazioneranno in maniera disarmonica offrendo grandi possibilità con qualche scotto da pagare.

Il Quadrato a T è una configurazione aspettata abbastanza frequente che coinvolge tre pianeti, due in opposizione che vanno a quadrare un terzo detto il fulcro o l’apice. In quanto gli aspetti coinvolti sono di natura disarmonica, tale configurazione è considerata come un segnale di qualcosa di difficile da superare o comunque di una prova da affrontare sia che essa venga protratta nel futuro prossimo o che rientri nell’ambito della propria personalità, come in una carta natale.

Nel caso preso in esame Plutone dal Capricorno si oppone a Giove in Cancro ed entrambi quadrano Urano in Ariete. I primi segnali sono apparsi a fine luglio quando Urano e Plutone e poi Plutone e Giove hanno cominciato la loro relazione tesa per poi assumere una certa fissità durante il mese di Agosto con l’apertura dell’ultima quadratura fra Giove ed Urano. Situazione che si protrarrà per tutto il mese, col picco massimo l’8 Agosto all’1,41 momento in cui l’opposizione diventerà perfetta. Non stupiranno le notizie di cronaca fortemente legate ai pianeti coinvolti dell’ultima decade di Luglio e dei primi di Agosto come il rogo di Mamud per mano di estremisti islamici (Urano in Ariete), il disastro ferroviario di Lac-Mégantic, l'incidente ferroviario di Santiago di Compostela e quello di Monteforte Irpino. Tali eventi sono da imputare ai primi due tasselli del Quadrato a T rivolti contro Giove, mi riferisco alla quadratura con Urano e all’opposizione con Plutone. Urano è stato da sempre legato all’alta velocità, all’elettricità e agli incidenti inaspettati mentre Plutone alle macchinazioni e al terrorismo. Giove, dal canto suo, può far ben poco contro due Titani agguerriti.

La politica è forse il campo maggiormente toccato dalla configurazione in quanto viene coinvolto Plutone, notoriamente favorevole agli intrighi e ai meccanismi poco chiari dei vari rappresentati. Opponendosi a Giove, il Grande Benefico e Pianeta della Legislazione, trae giovamento potenziando la sua influenza e risuonando maggiormente con la mutua ricezione già in atto con Saturno dallo Scorpione. Da un lato, sia per i politici che per qualunque individuo, verrà messa a disposizione una grande quantità di potere che per molti significherà una vittoria su qualcuno nell’ambito delle relazioni, una promozione inaspettata, la valorizzazione di qualche creazione dimenticata e così via mentre per i politici potrà esserci una rivalsa, l’affidamento di qualche responsabilità magistrale oppure la consapevolezza ritardata di aver raggiunto la cima. Ma trovandoci dinanzi ad un’opposizione dobbiamo fare i conti con la sua natura disarmonica ed infatti l’utilizzo egoistico e non chiaro di tale potere potrà nel corso dell’anno portare all’effetto contrario, la disfatta. E’ un pericolo attuale a cui dobbiamo fare molta attenzione considerando inoltre il coinvolgimento di Urano che non tarderà attraverso il suo classico modo tagliente di scoprire false promesse o sventare macchinazioni apparentemente perfette. Paradigmatico è il processo, avvenuto il 1 Agosto, che vide la condanna di Silvio Berlusconi.

Urano, dal primo segno dello Zodiaco, entrando in quadratura con Giove fomenterà la smania di nuovo, la voglia di cambiamento e di rinnovamento. Tuttavia, sebbene la base ideologica non sia sbagliata ad essere svantaggiosa sarà invece la fretta di voler modificare la propria vita, alcuni addirittura arriveranno a lasciare il lavoro di una vita per un entusiasmo passeggero, altri a mollare la famiglia abbagliati da qualche stile di vita alternativo, altri ancora verranno imbrogliati da qualche affascinante ciarlatano. Eh si, l’entusiasmo uraniano non assistito da Giove potrebbe così rivelarsi un vero flop, non rimane quindi che evitare con molta cautela i cambiamenti poco sicuri e repentini. Non dimentichiamo che Urano, nel Quadrato a T, assume la funzione di fulcro quindi è come se fosse la chiave di volta per decifrare l’intero transito. Sull’effetto di trasformatore e causa di rivolte ho già discusso in La “tenzone” tra Urano e Plutone e Panoramica Anno 2013.

Quale soluzione al problema? Riprendendo uno schema già proposto da Trace Marks, ritengo che l’antidoto sia contenuto nel cosiddetto “spazio vuoto” ovvero il segno che si oppone a quello contenente il fulcro ovvero la Bilancia. Seguendo le direttive di questo segno riusciremo ad evitare di lasciarci incantare dall’entusiasmo uraniano e dalla sete di potere plutoniana. Come? Equilibrando al pari dei piatti della Bilancia, i nostri intenti. Rievocando il metodo e il ragionamento saturniano esaltato in questo segno senza però perdere di vista il nostro benessere, il piacere venusiano.

SFPage

Quadrato a T, Agosto 2013

8 Agosto 2013, 1:46, Roma

Copyright © 2018 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger