Quadratura Saturno-Nettuno: Force n'est pas droit

Come annunciato più volte il transito di Saturno ed in particolare le sue relazioni con Giove e Nettuno non tardano a manifestarsi a discapito degli Stati Europei, ancora una volta bersagliati dal nemico oscuro: il terrorismo.

Quinta Rep

Durante l’aspetto (Saturno in quadratura a Nettuno), pertanto, ci saranno manifestazioni isteriche di tipo mistico favorite dalla nascita ripetuta di correnti filosofiche e religiose volte al sacrifico e al “puritanesimo”. -- Panoramica Anno 2015

La situazione delineata lo scorso anno e rianalizzata ad inizio 2015, purtroppo, risulta essere corretta. Il transito di Saturno in Sagittario ed il breve ritorno in Scorpione hanno sortito un effetto rinvigorente se non addirittura motivante per il nemico invisibile che da parecchi anni – in coincidenza con la “tenzone” fra Urano e Plutone – è risoluto ad annientare l’Occidente e la sua cultura. Dopo l’11 Settembre, l’umanità ha dovuto fronteggiare, dall’inferno dell’inconscio collettivo, un avversario imprevedibile elargitore di morte e paura in nome di un ideale nettuniano sconvolgente. La minaccia risulta essere, in sostanza, l’ennesimo genocidio fra simili la cui risoluzione non è per nulla scontata. La precisione del meccanismo cosmico, stavolta, non entusiasma ma al contrario pone l’uomo dinanzi ad una scelta ormai obbligata che trova sprone solamente nel cambiamento.

Nella Panoramica del 2015, abbiamo visto come la quadratura fra Saturno e Nettuno, in due atti, promuove non solo l’isterismo di massa beatamente crogiolato sull’ideale religioso ma anche la diffidenza e la paura dell’altro, dello straniero, del diverso. Un pericolo attuale che potrebbe rivoltare le carte in gioco ma anche replicare i vergognosi massacri perpetuati dal nemico oscuro, giocando la carta del patriottismo più estremo che illumina il ghigno destroide di Saturno.

Insomma, il razzismo e la xenofobia fisiologicamente derivante dal timore verso il mondo arabo, identica ma al contrario per gli estremisti arabi, è peculiarmente e precisamente prodotta dal rapporto teso fra i due pianeti, opposti in natura ma anche in ideale: tradizionalmente, infatti, Saturno è legato ai movimenti di destra mentre Nettuno alle esperienze comuniste.

Analizzando il grafico della Quinta Repubblica francese notiamo subito che Saturno nel 1958 si trovava nel terzo decano del Sagittario dominato dal Sole, una posizione similare (eccetto per il decano) ai due attentati parigini oltre che sulla cuspide della IX casa notoriamente legata alla religione e alle ideologie. Nettuno forte dell’angolarità e congiunto a Giove – signore della IX – stenta ad imprimersi a causa dell’intercettazione del domicilio e del segno della Vergine motivando una mancata precisione nell’intervento contro le “forze oscure”. Una condizione che invero non stupisce se consideriamo la Francia come uno dei paesi più laici delle nazioni europee, volto più che altro ad un dialogo paritario con la religione (congiunzione Giove-Nettuno). Il nemico occulto – rappresentato dalla XII casa in Acquario e dal suo signore – ingloba proprio il segno nettuniano dei Pesci ipercaricando le motivazioni alla base del risentimento. Urano, infatti, si trova in V casa (divertimento, piaceri), afflitto dall’esilio richiamando l’accusa degli estremisti verso l’Occidente ovvero la condotta morale dissoluta e lontana dai dettami divini e in quel tempo in piena organizzazione sebbene ancora incapace di sferrare colpi letali.

Il problema sostanziale dell’energia nettuniana è l’ossessività dell’ideale, sotto l’influsso del Pianeta Blu ci si illude di poter ambire ad una società perfetta, purificata dal male, libera dal diverso sottovalutando le differenze e la libera espressione e virando tragicamente verso la dittatura etica. F. Van Norstrand delinea con precisione gli effetti di Nettuno in una condizione negativa,

NETTUNO, sembra rappresentare i movimenti politici democratici, l’influenza e gli interessi del popolo, le fluttuazioni dell’opinione pubblica, il sensazionalismo, la popolarità illusoria e può influenzare le forme più immaginative dell’arte e della musica. Sembrerebbe, inoltre, connesso al Comunismo del quale il maggiore significatore è la congiunzione fra Marte e Saturno. Quando afflitto causa collasso, tracollo, caos negli affari, instabilità, scandalo, disonestà, tradimento e varie forme di vizio e crimine. Se affligge i significatori politici causa malcontento e rivolte che portano una forte instabilità politica.

F. E. Van Norstrand, Precepts in Mundane Astrology (1962), p. 55.

Il Sagittario che ospita Saturno ormai da un anno, come abbiamo detto più volte, è connesso agli ideali specialmente religiosi (co-governato da Nettuno) nonché all’estero e allo straniero. Proprio l’VIII casa (morte, attentati, massacri) della Quinta Repubblica francese cade in Sagittario e contiene Saturno replicando la condizione sperimentata in tempi odierni, si veda Saturno in Sagittario. Ovviamente ritroviamo la stessa posizione nei due attentati parigini. Partiamo da quello più recente.

Parigi Sparatoria

Saturno è abbastanza vicino alla Luna, significatore del Popolo nonché Signora dell’Ascendente (sempre il popolo) oltre che peregrina, condizione che abbiamo già visto ed indica uno stato di confusione e vagabondaggio per il corpo celeste colpito. La loro presenza in V casa ci riporta al discorso fatto poc’anzi ma anche ai luoghi delle sparatorie tutte legate al divertimento (stadio, teatro, ristorante, etc.) Saturno nel grafico della prima sparatoria è per giunta Signore della VII casa che rappresenta non solo la struttura burocratica e legislativa di uno stato ma anche i suoi nemici dichiarati. Il significatore dei nemici occulti – Mercurio combusto – è allucinato dal Sole che ne brucia la forza razionale aiutando il progetto nettuniano, inoltre il calore solare ricorda proprio le detonazioni. Sebbene sia in una condizione svantaggiata dalla combustione che porterà infatti all’arresto delle pedine minori, attinge alla carica esaltativa dello Scorpione per raggiungere l’obiettivo terroristico invocando come aiutanti Plutone nel domicilio di Saturno e Marte nell’esaltazione di Saturno attraverso aspetti, tutto sommato, deboli ma vitali per l’attentato; Mercurio, in aggiunta, si trova nel decano di Nettuno. Quest’ultimo, oltre a trovarsi nel suo domicilio e decano, in quadratura separante alla Luna, è afflitto dalla retrogradazione che amplifica la confusione ed imprecisione della risposta occidentale. John McCormick, nel suo studio sui pianeti retrogradi[1], azzarda un’interessante relazione fra Nettuno retrogrado e la strategia militare e politica alla base del triste evento francese.

Parigi Charlie

Ritornando indietro di qualche mese, nel grafico dell’attentato alla sede del giornale Charlie Hebdo risulta chiaro come la relazione disarmonica fra Saturno e Nettuno coincida coi piani degli attentatori. Le due fasi della quadratura, infatti, corrispondono proprio agli attacchi richiamando quanto detto negli articoli precedenti (Saturno in Sagittario, Panoramica Anno 2015, Eclissi di Marzo). Saturno si trova in VIII casa (morte, assassini, stragi) transitando così nella stessa casa del grafico della Quinta Repubblica. Nettuno, invece, si posiziona in XII casa (nemici occulti, attentati) in quadratura al Marte radicale e in opposizione a Plutone radicale.

Il grafico dell’Eclissi di Marzo scandisce il tempo degli effetti che secondo il computo tolemaico sono da collocarsi nella prima quindicina di Novembre o Settembre, apparendo inquietantemente puntuali.

Il decano interessato è quello plutoniano che ci aiuta a decifrare la previsione riportata da Ramesey. Plutone è generalmente legato alla delinquenza e agli attentati in quanto domina sui nemici occulti e sulle azioni nascoste e segrete. Il “pericolo di guerre” annunciato dalla tradizione potrebbe connettersi proprio agli ultimi eventi terroristici che hanno interessato parte dell’Europa e che pertanto continueranno imperterriti in una manovra di paura e sadismo teatrale che farà presa sul popolo esamine. L’influsso plutoniano sull’Eclisse conferma quanto detto su Saturno in Sagittario e l’estremismo religioso. Non a caso, l’XI casa legata alla diplomazia e agli alleati presenta Marte ed Urano notoriamente cause di conflitti e dispute nonché il Nodo Sud esattamente sulla cuspide. I Nodi Lunari svolgono un ruolo centrale nell’Eclisse perché originati proprio da tale fenomeno, in quella solare è la Coda del Drago ad avere priorità e la casa che occupa indica la sfera maggiormente interessata dall’Eclisse. In questo caso possiamo presupporre che la collaborazione fra le varie nazioni sarà rallentata dallo squilibrio e dalla confusione esacerbata dagli attacchi terroristici che mostrano un nemico plutoniano in piena regola. Marte ed Urano, inoltre, sono in quadratura a Plutone (in Capricorno e VII casa nonché signore della malefica VI casa) e Mercurio come significatore del popolo è in sestile allo stesso.

Eclissi Solare, Marzo 2015

Concludiamo l’analisi spedendo qualche parola sulla presenza costante di Mercurio in luoghi “sospetti”. Mercurio rappresenta la comunicazione, il giornalismo ma anche la gioventù e i gruppi giovanili anche politici. Escludendo le posizioni già trattate sopra, è necessario ricordare la congiunzione Mercurio-Nettuno (signore dell’VIII e della IV) presente nel grafico di Ingresso in Ariete della Francia che ovviamente non può che cadere in XII casa radicale.

----------------------------------------------

[1] John McCormick, The Book of Retrogrades: Statistical analysis from 1880-198, American Federation of Astrologers, 1975.

Copyright © 2018 Il Giardino delle Esperidi - Blog , Blogger